Mercato delle case in Italia, Milano in testa al settore

I dati di Coldwell Banker sul residenziale italiano

Il mercato immobiliare residenziale italiano conferma il proprio stato di buona salute, soprattutto a Milano. Secondo i dati che emergono da un report interno di Coldwell Banker, da gennaio a giugno 2022 le transazioni sul mercato di Milano sono cresciute del 31%. 

Il mercato immobiliare residenziale a Milano

Il prezzo medio di compravendita immobiliare a Milano, secondo Coldwell Banker, si attesta a 467.869 euro, superiore del 39% rispetto alla media dei prezzi del residenziale. In merito alla tipologia di immobili, la richiesta riguarda per il 45% bilocali, mentre per il 33% trilocali.

I numeri non smentiscono il trend che riconferma il capoluogo meneghino come la piazza più vivace d’Italia, con un 24,2% di compravendite in più rispetto al 2020 (Rapporto Nomisma 2022), e un rimbalzo post pandemia che nel 2021 ha segnato un nuovo record di transazioni residenziali a 26.500 (+20,4%) a Milano e di 35.400 (+3,8%) nella Città metropolitana (dati Scenari Immobiliari).

Il mercato immobiliare residenziale a in Italia

Per quanto riguarda il mercato delle case nel resto d’Italia, a Roma, la capitale si conferma stabile rispetto al 2021, mentre Torino traina il nord con una crescita delle transazioni di oltre il 44% e un prezzo medio di 192.995 (+41% rispetto alla media del residenziale della città sabauda). La tipologia di immobile ricercati va dal trilocale (30%) al bilocale (26%), al quadrilocale (22%).

Il mercato delle case vacanza

Rispetto ai luoghi di vacanza, riviera romagnola, con Rimini e Riccione in testa, e Salento, con Lecce, Ostuni e Brindisi, sono le località che hanno visto maggior incremento nelle transazioni, rispettivamente di un +41,7% e di un +10,2% nei primi 6 mesi del 2022. Forte dei Marmi dal canto suo si conferma la più cara, con un prezzo di vendita medio che supera il milione e cento.

https://www.idealista.it/news/immobiliare/residenziale/2022/08/22/160434-mercato-delle-case-in-italia-milano-in-testa-al-settore